Crescita Personale

Come fronteggiare le emergenze nella gestione del tempo.

Postato in marzo 29, 2017 alle 7:00 am da / No Comments

Il tuo Voto è importante!


Le emergenze sono un’ottima scusa per giustificare ” la mancanza di tempo

Il tempo, come abbiamo visto in un precedente articolo ha un grande valore ed  è l’unica cosa che non si può comprare o vendere.

Il tempo deve essere un nostro amico, non un nemico che ci opprime. Se ci pensate bene il tempo è solo una convenzione, sta ad ognuno di noi percepirlo nel modo migliore.

Ci sono tante teorie sulla gestione del tempo che hanno come obiettivo quello di aiutare le persone a fare più cose nella stessa giornata. E a farle bene ma, dopo un iniziale periodo di entusiasmo ci si ritrova sempre a dire le solite cose:

Avrei più tempo se…” ” lo farei se avessi più tempo…“…e via discorrendo. Nella  attività di network marketing spesso capita sentir dire ai distributori frasi di questo tipo.

 Ed è una situazione piuttosto comune dal momento che  tanti distributori si lamentano di non riuscire a realizzare ciò che vorrebbero.

 Per risolvere  questo problema è necessario conoscere i veri motivi  che provocano le perdite di tempo. Spesso crediamo che sia dovuto ai  troppi impegni, ma spesso il vero impedimento  è proprio la mancanza di organizzazione.

– Motivazioni e credenze.

A questo punto bisogna farsi una domanda:  Se non sappiamo gestire bene il nostro tempo dipende dalla mancanza di un metodo, o esiste un motivo più profondo?

Quali sono le convinzioni, le idee, le nostre motivazioni, le preoccupazioni legate alla nostra attività di networker, alla vita e al tempo? 

  Se non sappiamo rispondere a questa domanda  sui nostri atteggiamenti di fondo, difficilmente potremo migliorare l’organizzazione del nostro tempo.

 I metodi e le tecniche da soli non sono sufficienti perché, se non siamo consapevoli di quello che realmente vogliamo , ci capiterà di “sabotare” inconsciamente anche il metodo più efficace.

– Le interferenze esterne.

L’ambiente in cui viviamo,  ci mette davanti a delle situazioni che sembrano fatte apposta per rendere complicata la gestione del tempo: imprevisti, richieste di aiuto, impegni vari, sono all’ordine del giorno.

Però, se al primo imprevisto, al minimo contrattempo o alla minima “emergenza”, abbandonate completamente il vostro piano e quello che avevate programmato di fare quel giorno e vi lasciate costantemente prendere da questo, poi da questo, poi da quest’altro, ecc., state “girando a vuoto e non combinerete niente.

Senza contare che se abbandonate un progetto per un imprevisto non state facendo altro che lanciare un messaggio molto preciso alla vostra mente.

Il messaggio che basta un nonnulla per disorganizzarvi, per distogliervi da ciò che vi eravate prefissi.

 – L’importanza di rimanere concentrati.

Quando avete un programma dovete cercare di mantenerlo a tutti i costi!

Certo, se mentre avete deciso di dedicare un’ora ad un lavoro importante, un familiare ha un malore o si sta sviluppando un incendio nella vostra casa, è ovvio che mollerete qualsiasi cosa stiate facendo. Diversamente non permettete che questa ora  di lavoro sia disturbata ad esempio dalle continue telefonate o da richieste banali e “rimandabili” da parte delle persone che vi stanno vicino.

Se non prendete le vostre precauzioni (Tenendo spento il cellulare ad esempio) o vi mettete “sempre a disposizione” di chiunque, sarete costantemente interrotti dalle “emergenze“. Educherete la mente a pensare in questo modo o, meglio ancora, darete il permesso alle emergenze di entrare in tutti i campi della vostra vita, lavoro compreso.

Parliamoci chiaro: A volte, il fatto di cedere alle pressioni che ci arrivano dall’esterno,diventa un’ottima scusa per giustificare le cose importanti non fatte per “Mancanza di tempo“. E se ci abituiamo ad autogiustificare queste azioni, alla fine le prenderemo per vere.

Non ho potuto chiamare il mio distributore che ha avuto un problema durante un colloquio di lavoro. Mi rendo conto che sarebbe stato importante parlargli perchè era un pò scoraggiato, ma ho avuto diversi imprevisti che me lo hanno impedito.

E poi, a distanza di tempo, magari vi chiederete perchè quel distributore non vi chiama più o improvvisamente ti dice che ” ha trovato un’altro lavoro. “

Ricordatevi che un buon sponsor ha il dovere di incoraggiare i distributori nei momenti difficili, a maggior ragione se sono dei novizi nel Network marketing.

Le emergenze e gli imprevisti capitano a tutti e bisogna pensare che, se non ci fossero ,la vita sarebbe noiosa…giusto?

– Fate una cosa alla volta.

La capacità di creare dei “compartimenti stagni” è quella di pensare e portare avanti una cosa alla volta e di non rimanere in balia degli eventi.

 Se avete pianificato un impegno adesso, concentratevi su questo,dell’altro ve ne occuperete domani, quando avrete pianificato di pensarci.

Così facendo la nostra mente funziona meglio, siamo più lucidi, presenti a noi stessi e rilassati, perché sappiamo che: “Adesso stiamo facendo questo”.

Pensiamo alle cose quando  è il momento pensarle, ed acquisiremo capacità la importante di non farci distrarre dalle emergenze.

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, ti chiediamo un tuo personale commento.

Commenta su Facebook

Lascia un commento

Copia Protetta da Business Center Point. Per avere l'autorizzazione a copiare o ricevere file dei contenuti di questo Blog, inviare richiesta scritta al webmaster.